Prendiamo esempio da…

Come giudicare il sistema educativo migliore? Quali sono i criteri per posizionare in ordine i diversi sistemi educativi nel mondo? In molti casi questi vengono valutati a seconda della percentuale di alfabetizzazione o i risultati degli studenti nei test matematici e di lettura. Tuttavia, vi sono anche metodi meno ortodossi che andremo a vedere nei due paesi con sistemi educativi opposti, ma considerati entrambi migliori nel mondo.

Corea del Sud

main-qimg-55e711d43c70e2be54d49ac7fc4780d0

Alfabetizzazione: quasi 100%

Sistema educativo: immensi sono gli sforzi degli studenti Sud Coreani nell’affrontare gli anni di vita impegnati nello studio, con pressioni non solo da parte del governo e dagli insegnanti, ma anche da parte dalla famiglia. Sbagliare e fallire non sono ammissibili. Sono questa rigidità, che impone la presenza in aula sette giorni alla settimana, e la competitività che spingono gli studenti a dare il massimo dei risultati nello studio. Le classi hanno dimensioni elevate, per incoraggiare lo sviluppo del senso di ‘comunità’, e i professori, selezionati tra i migliori, non premiano il talento, ma il lavoro duro, che credono si traduca sempre nell’ottenimento di ottimi risultati, spiegando così il punteggio più alto in matematica e lettura attribuito al loro sistema educativo.

Finlandia

d856208775051a3d67f5966538b2f1ea.jpg

Alfabetizzazione: 100%

Sistema educativo: questo sistema, basato su metodi d’insegnamento meno ortodossi, si incentra sul singolo studente, in classi piccole, per permettere ogni insegnante di conoscere a fondo i suoi studenti, riconoscere le loro debolezze, come i loro talenti, per poi poter riadattare i loro metodi d’insegnamento e fermare alcuni studenti per farli recuperare, e far procedere altri. Non solo, ma il tempo trascorso in classe è minore e il resto del tempo è riposto in attività extra-scolastiche per studenti, così da dar loro la possibilità di apprendere anche da ‘esperienze’, e di ‘training’ per gli insegnanti, aggiornando sempre l’insegnamento e fornendo ‘feedback’ per poter migliorare.

…e l’Italia?

In Italia, purtroppo, il nostro sistema educativo non risulta nei ranking dei migliori, forse perché troppo focalizzato sulla storia e la memorizzazione, e meno sullo sviluppo di materie più attuali e attività extra-scolastiche, che incrementano il potenziale professionale degli studenti, conferendo così anche un maggiore margine competitivo. Inoltre, le scuole considerate migliori vengono spesso ritenute tali perché il conseguimento di voti elevati é quasi-impossibile. La scala dei voti varia dallo 0 al 10, ma i voti conferiti variano per la gran parte tra il 4 e l’8, rendendo quasi impossibile il raggiungimento di un 100 e lode, che garantisce l’ammissione a ottime università all’estero. Infatti, la maggioranza di università estere richiedono un certo voto per entrare, che, spesso, rispecchia 100.

 

 

Annunci

University of the week: London Business School

lbs.png

Location: London (UK)

World QS Ranking: 2nd in Business and management, 12th is Social Sciences

Times: 81st

 

Need help with your application? E-mail us at: info@educationalconsultants.it 

We’re here to help!

Sistema d’educazione internazionale?

Il direttore di UWC Atlantic College ha recentemente rilasciato commenti su Brexit e l’educazione. Secondo i poll, che rivelano che 3/4 della popolazione inglese ha votato di rimanere nell’UE, i risultati riflettono la voglia dei giovani di avere un’educazione internazionale. Non solo, manifestano il disinteresse nel professare ideali come razzismo e nel concentrarsi sulle differenze tra le persone, ponendo la loro attenzione sul futuro e ciò che accomuna le persone.

open-minded-2.jpg

Sarebbe così sbagliato ‘internazionalizzare’ il sistema educativo e rendere più aperta la mentalità delle scuole e degli studenti che risiedono in esse?

 

University of the week: Georgetown University

Georgetown-Logo.jpg

Location: Georgetown (US)

World QS Ranking: 214

Times: 104th, (29th in US)

Deadline: January 10th

 

Need help with your application? E-mail us at: info@educationalconsultants.it We’re here to help!

Giovani imprenditori

Quanti imprenditori liceali conoscete? Probabilmente pochi.

Young-CEO.jpg

Nei licei internazionali, come in quelli italiani, gli studenti non vengono spesso spinti a uscire dal loro ‘comfort zone’ per iniziare il loro business, ma, al contrario, vengono diretti verso carriere e studi tradizionali, come divenire avvocato, medico o politico. Non è certo un male, ma i pochi studenti che decidono invece di intraprendere la loro strada indipendentemente, uscendo da tali strutture finiscono per essere derisi dai loro compagni di classe, nonostante i loro sforzi siano ammirevoli.

Un esempio di una imprenditrice di successo? Noa, fondatrice di Nannies by Noa, un servizio che unisce babysitter con famiglie.

Università ‘under 50’: ranking

Osservando i ranking mondiale rilasciato da ‘The Guardian‘ delle migliori università ‘giovani’ (under 50), traspare come ciò che determinerà il successo dei giovani d’oggi sarà la loro capacità di pensare al futuro, integrando nuove tecnologie nei loro studi, dalla medicina al business. Infatti, saranno le loro capacità tecniche, acquisite in università all’avanguardia (come le sottostanti), a farli avanzare, e non la staticità che molto spesso si ritrova in ambienti educativi più tradizionali.

img_graphi-design-school-rankings-e1360948313856.jpg

1 1 13 13 Nanyang Technological University (NTU) SG 1991†
2 2 36 28 The Hong Kong University of Science and Technology (HKUST) HK 1991
3 3 46= 43 KAIST – Korea Advanced Institute of Science and Technology KR 1971
4 4 55 57 City University of Hong Kong HK 1984
5 5 83 87= Pohang University of Science and Technology (POSTECH) KR 1986
6 6 111 116 The Hong Kong Polytechnic University HK 1994†
7 8 173 169 Maastricht University NL 1976
8 14 193 218 University of Technology, Sydney (UTS) AU 1988
9 10 203= 190= Universitat Autónoma de Barcelona ES 1968
10 13 209 208 University of Antwerp BE 1971*†
11 9 210= 186 Universidad Autónoma de Madrid ES 1968
12 17 218 243= University of Wollongong AU 1975†
13 15 225 219= University of Tsukuba JP 1973†
14 19 243 260 National Taiwan University of Science and Technology TW 1974
15 21 244 261= University of Dundee UK 1967†
16 21 252= 273= RMIT University AU 1992†
17 38 270 331= Universiti Putra Malaysia (UPM) MY 1973†
18 20 276 263= Queensland University of Technology (QUT) AU 1989*†
19 22 278= 281 Hong Kong Baptist University (HKBU) HK 1994†
20 33 280= 314= Universidad Carlos III de Madrid ES 1989
21 24 282 286= Linköping University SE 1969
22 27 283= 295= Universitat Pompeu Fabra ES 1990
23 29 283= 303= King Abdul Aziz University (KAU) SA 1967
24 25 288= 288 University of South Australia (UniSA) AU 1991
25 30 288= 303= Universiti Teknologi Malaysia (UTM) MY 1972
26 32 302= 312= Universiti Kebangsaan Malaysia (UKM) MY 1970
27 23 306= 284= Curtin University AU 1986†
28 31 308= 309= Universidad Austral AR 1991
29 40 308= 338= National Yang Ming University TW 1975
30 48 319 356= Tampere University of Technology FI 1972
31 18 320 259 Ben Gurion University of The Negev IL 1969
32 28 321= 299= Universitat Politècnica de Catalunya ES 1971
33 26 330= 289 Universiti Sains Malaysia (USM) MY 1969
34 37 336 329= Griffith University AU 1971
35 N/A 337 N/A Gwangju Institute of Science and Technology (GIST) KR 1993
36 N/A 340= 387= James Cook University (JCU) AU 1970
37 N/A 345= 371 L.N. Gumilyov Eurasian National University KZ 1996
38 41 347= 338= Universität Ulm DE 1967
39 36 355 324= Deakin University AU 1974
40 50 356= 369= Université Paris Dauphine FR 1968
41 45 366= 351= Universidade Nova de Lisboa PT 1973
42 47 374= 356= Aalborg University DK 1974†
43 N/A 377= 421-430 University of Tromso NO 1968
44 46 380= 353 Dublin City University (DCU) IE 1989†
45 N/A 380= 401-410 University of Texas Dallas US 1969
46 43 382= 347 University of Eastern Finland FI 1972*†
47 N/A 385 384= University of Stirling UK 1967
48 N/A 386= 394= La Trobe University AU 1967
49 N/A 393= 481-490 Qatar University QA 1977†
50 N/A 395= 379= National Sun Yat-sen University TW 1980

University of the Week: University of St. Gallen

HSG-corporate_400x400.png

Location: St. Gallen (Switzerland)

World QS Ranking: 37th for Business and Management

Times: 71st for Business and Economics

Known for: 

• Business

• Management

• MBA

Need help with your application? E-mail us at: info@educationalconsultants.it 

We’re here to help!

Top 10 Apps for students

  • any.do-logo.png Any.do: to-do lists, schedules and planner
  • unnamed.png Scribd: 60 million titles in one app — publishers, e-books, books
  • icon175x175.png Soundnote: record, write and listen to your lectures
  • icon128-2x.png Evernote App: record, take notes, collect pictures and documents and organize them in the best way. Not only, on the mobile verison it also gives you the possibility to test you on your notes!
  • Dt8ATmY0_400x400.jpeg Circle of Six: lets you choose your circle of 6 people to call and send GPS coordinates to when in unsafe situations
  • download.jpeg Alarmy: Sleep if you can: instead of snoozing or turning off your alarm, you’re forced to get up and do as you inserted in the settings. For example, bring your phone to another location or take a selfie!
  •  unnamed (1).png Mint: manage your money/student budget in an easy way!
  • unnamed (2).png Tiny scanner: scan your document and transform it in PDF
  • download Photomath: take a picture of your math problems and have them automatically solved
  • unnamed-3 Coffitivity: have concentration music play whilst you study, as if you were in a cafe

 

Financial Times new Master in Management Rankings

http://rankings.ft.com/businessschoolrankings/masters-in-management-2016

ok_FTBusSchool2010_colour

Sono appena stati rilasciati i nuovi ranking delle università europee migliori per intraprendere un Master in Management. Se siete ancora indecisi a quale di queste volete far richiesta o quale offerta ricevuta accettare, vi potrà essere d’aiuto!

info@educationalconsultants.it

UCAS Applications: What to do next?

ucas-facts-university-worcester

Se avete fatto l’IB, avrete ricevuto i vostri risultati finali il 4 luglio e dovrete dare una risposta alle università entro il 22 luglio. Nel caso in cui non siate riusciti a ottenere i risultati delle prediction o che rispecchino i minimi requirements per entrare nei corsi da voi scelte, dovrete ricorrere al processo chiamato clearing.

Cos’è il Clearing

E’ un modo che permette di essere accettati dalle università in seguito ad un iniziale rifiuto da parte di esse.

Quando si può utilizzare?

a) nel caso in cui non abbiate ricevuto offerte dalle vostre università

b) nel caso in cui i risultati dei vostri esami non corrispondono ai minimi requirements del corso da voi scelto

Come usufruirne?

Nel vostro account UCAS vi verrà comunicato che siete in clearing e dovrete iniziare a cercare quali università che offrono il corso in cui siete interessati hanno ancora posti disponibili. Una volta fatto ciò non vi resta altro che contattare le università personalmente e provare ad ottenere un’offerta. In questo caso è consigliabile chiamare più volte, poiché vogliono che dimostriate quanto volete essere ammessi e ponete un rischio alla loro reputazione dato che vi presentate senza le qualifiche da loro richieste.

Volete ulteriori consigli o dovete ancora iniziare a fare l’application? Scriveteci a info@educationalconsultants.it !